Cometa (metalmeccanici) rinnova i vertici: Borghi presidente, Pizzuti vice

Il fondo pensione dei metalmeccanici italiani rinnova i suoi vertici. L’assemblea dei delegati di Cometa (445mila aderenti e oltre 6 miliardi di euro di patrimonio) ha nominato ieri collegio dei sindaci e consiglio d’amministrazione, organo quest’ultimo che ha eletto per il prossimo triennio Gianni Borghi alla presidenza e Felice Roberto Pizzuti alla vicepresidenza; incarichi per i quali lo statuto di Cometa prevede la turnazione tra i rappresentanti delle aziende e dei lavoratori. Gianni Borghi, è attualmente presidente della Fondazione Manodori di Reggio Emilia, vice presidente vicario della BPV-SGSP ed è stato presidente dell’Associazione industriali di Reggio Emilia. Felice Roberto Pizzuti, già nel Cda di Cometa dal 2005, insegna Politica Economica presso la Facoltà di Economia dell’Università di Roma “La Sapienza”. Borghi e Pizzuti succedono rispettivamente a Fabio Ortolani, già commissario Covip, e a Gianfranco Imperiali, presidente di Abb. Le nomine giungono al termine di un percorso elettorale, svoltosi nei mesi precedenti, che ha portato alle urne circa 70mila soggetti, circa un sesto degli aventi diritto. Dei 445mila iscritti a Cometa, la gran parte aderisce ai comparti Monetario Plus e Reddito, entrambi con circa 185mila aderenti, mentre alla linea Sicurezza aderiscono 60mila metalmeccanici e 15mila al comparto Crescita. I rendimenti dei fondo, nel primo semestre 2011, sono tutti positivi e oscillano tra l’1,06% del Monetario e l’1,91% del Sicurezza. Nel nuovo consiglio d’amministrazione del fondo pensione, oltre a Borghi e Pizzuti siederanno per il prossimo triennio in rappresentanza delle imprese Antonello Barocci, Nicola Rondinone, Angelo Megaro, Roberto Ascoli e Giuseppe Corvino; e in rappersentanza dei lavoratori Roberto Schiattarella, Luca Mangano, Roberto Toigo, Gian Carlo Zanoletti e Francesco Sampietro.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Scrivi un commento